(CONTATORI)

5.3.09

RECENSIONI

Sono rimasta un po' indietro con le recensioni dei libri letti, alla sera non mancano mai alcune pagine di lettura per cui ora vi aggiorno!
Il primo me lo ha prestato Danila....



Connor Ford e Ed Tully non potrebbero essere più diversi: Connor è un cowboy taciturno con la passione della fotografia, Ed è un musicista esuberante ed estroverso. Però sono amici per la pelle e hanno in comune due passioni: la prima è passare le vacanze a paracadutarsi in zone impervie per spegnere gli incendi che divampano nelle foreste, la seconda è Julia Bishop, la ragazza di Ed di cui si innamora anche Connor. Quando un fulmine scatena un inferno di fuoco nella foresta in cui i tre giovani stanno trascorrendo l'estate, le loro vite verranno cambiate per sempre.


voto: 6 1/2 diciamo che dal titolo mi sarei aspettata piu' una storia incentrata sulla professione e sulle emozioni che scatena questo tipo di evento...un incendio, la distruzione di tutto cio' che incontra e il pericolo.
Invece si è evoluto in altro modo: piu' verso l'aspetto umano del rapporto tra due amici e l'amore per una donna. Mi è comunque piaciuta molto l'ultima parte che si svolge descrivendo il contatto con le zone di guerra nelle zone piu' "calde" del mondo...Molto piacevole la lettura

Secondo:



Per conoscere l'India bisogna gettarsi almeno una volta nei suoi affollatissimi luoghi di culto. Il viaggio di Rosa Matteucci inizia dalla regione del Kerala, dall'ashram di Amma, una famosa mistica che, in un prodigioso spettacolo di esaltazione collettiva, abbraccia ininterrottamente fino a 18.000 persone al giorno, dispensando loro un pizzico di cenere sacra e una caramella, ai più fortunati anche una mela. La seconda tappa è Tiruvannamalai, dove l'incauta visitatrice viene risucchiata da una processione in onore di Shiva: una fiumana di mezzo milione di pellegrini, tra flagellanti indù, zingari distillatori di arak scatenati al ritmo del Ballo del qua qua, lebbrosi, vedove scampate alla pira, galli battaglieri, cani spellati e porcellini neri ghiotti di deiezioni umane. Rifugiatasi in albergo, riceve l'imprevista visita di tre scimmiette che fanno irruzione nella sua stanza, la devastano e si danno a pratiche irripetibili con la sua matita per gli occhi. Terzo e ultimo approdo è Mamallapuram, stazione balneare decisamente più a misura di turista, rifugio naturale per gli espulsi dal ventre del subcontinente, per visitatori sfiancati e sconfitti. Frastornata da una realtà che gioca secondo primordiali regole di sopravvivenza, ma disposta a lasciarsi travolgere dalla tumultuosa bellezza, Rosa Matteucci consegna una guida letteraria di tranciante irriverenza e disegna uno spassoso ritratto dell'India e degli occidentali che la frequentano.

Voto: 7 1/2 Peccato che il libro sia un po' breve! E' scritto davvero bene, in modo ironico e molto particolare. Secondo me un viaggio pieno di esperienze come quello non correva il rischio di annoiare anche se fosse stato sviluppato in una cinquantina di pagine in piu'!
Sarà che io amo i mattonazzi e spesso scelgo i libri per copertina e dimensione....
(questo per la copertina e per la svendita che fanno annualmente qui da noi...)
Penso sempre che un'esperienza del genere sia davvero per pochi e che i rischi siano davvero troppi per essere affrontati da una donna sola all'avventura pero' di sicuro con un viaggio organizzato molte cose se le sarebbe perse! (e molte sarebbe stato meglio perdersele forse...mahhh)!!!
Ho letto commenti poco lusinghieri sul libro...io non l'ho trovato per niente razzista. Descrive solo una realtà completamente diversa e se vogliamo dirla tutta forse incuriosisce ancor di piu' chi aveva già intenzione di intraprendere un'avventura simile!

Il terzo sempre prestato da Danila



Voto: 8 Intendiamoci, non è la lettura che ti ricorderai per tutta la vita per i contenuti, ma mentre lo leggi ridi e ti rendi conto di quanto siano vere le cose che dice (in chiave un po' ironica un po' irriverente in pieno stile Litti)...
La classica lettura da effettuare nei momenti in cui non ci si vuole impegnare mentalmente tra un romanzo e un saggio....Chi segue Che tempo che fa ha bene o male già sentito quello che scrive qui...solo che qui non c'è censura!!!!

Ovviamente ne ho già in cantiere un altro libro .... alla prossima!

Etichette:

2 Comments:

At 3:34 PM, Anonymous pattybijoux said...

Perfettamente d'accordo, leggero ma divertentissimo e se non l'hai ancora letto ti consiglio questo libro: Come uccidere il marito (e altri utili consigli domestici)
Autore Lette Kathy, credimi è da divorare tanto è simpatico, ma a parte questo volevo complimentarmi con te hai un blog veramente bello e molto raffinato, sei bravissima.
Ciao da Pattybijoux

 
At 4:51 PM, Blogger Barby said...

Grazie del consiglio, terro' sicuramente presente!

E rigrazie per il complimento, sono contenta che il blog ti sia piaciuto, cerco di metterci buona parte del mio mondo!
barby

 

Posta un commento

<< Home

Pericardial Mesothelioma
cursore:
Free Cursors