(CONTATORI)

8.3.07

AUGURI



Inizio con i doverosi auguri a tutte le donne ma non mi dilungo troppo perchè questa festa viene sempre molto stravolta rispetto al significato originale. Comunque se l'occasione viene "sfruttata" per evadere dalla routine di casa, mestieri, figli da accudire, mariti, bigodini e spignattamenti per trascorrere una serata in allegria ben venga anche questa interpretazione!

Proseguo mostrandovi due lavori patchwork che ho fatto qualche anno fa quando ho scoperto questa tecnica e ho frequentato un paio di lezioni in un negozio di Milano che si chiama "IL MONDO DI ALICE".
Il primo è un pannello con quattro composizioni che vengono chiamate "foglie d'acero":



La seconda è una borsa fatta con 5 pannelli quadrati in log cabin dove ho utilizzato le famose stoffine provenzali. In effetti non è proprio una borsa "da passeggio" perchè rimane molto aperta ma magari un bel contenitore per i lavori in sospeso...Volevo anche farvi notare la chiusura particolare: due asole su lati opposti e una tracolla lunga che ci passa attraverso!






Ecco! Promessa mantenuta!

Etichette: ,

9 Comments:

At 11:23 AM, Blogger Nacla6 said...

La borsa è veramente bellissima! Tanti auguri anche a te!
Nacla6

 
At 2:27 PM, Anonymous Paola said...

La borsa è molto bella, allegra, solare, mi si intrecciano un po' gli occhi mentre cerco di capire come si chiude, ma mi fido sulla parola :-D
Puntini.
(Risposto alla mail)
Smuà!

 
At 4:34 PM, Blogger Barby said...

La chiusura è semplicissima, dalla penultima foto si vedono la tracolla lunga e i due asolotti...La tracolla lunga viene infilata da destra a sinistra nei due asolotti e quando tiri il risultato è come nella prima foto!!!
Dai, dai se le stroffe provenzali vi piacciono così tanto o organizziamo un pullmino tipo gitavacanzepiemonte e andiamo in Francia o venite alla fiera dell'Artigianato a dicembre!!!
Ciao
Barby

 
At 5:12 PM, Anonymous barbara said...

Poffarbacco! questa tua dote patchwork....mi era sfuggita!!! capperini fanciulla....ma, c'è qualche cosa che non sai fare??? il tutto detto, con un sano senso di invidia!!zi!zi! la borsa è streitosa, e la chiusura, come dici giustamente tu, è davvero particolare e....geniale! bacio!

 
At 6:01 PM, Blogger Barby said...

E manca ancora la pittura su stoffa, su ceramica, la pasta di mais, il ricamo classico, il filet ....ihihih diciamo che mi piace non annoiarmi e cambio spesso tecnica...ora capisci gli armadi pieni???
BaciBaci
barby

 
At 9:27 AM, Anonymous Paola said...

Ecco, ora ci sono!!! Che tonta, chissà perché cercavo qualcosa di più complicato :-D Per me CUCITO è sinonimo di COMPLICATO!!!

 
At 9:49 AM, Blogger Monica said...

Sei incredibile!!!forse è meglio domandarti cosa "non sai fare" hai le mani d'oro...la borsa è bellissima!!!!!io non ne sarei capace dev'essere una bella soddisfazione riuscire a farla,bravissima!!!!!!
baciottolo
Monica

 
At 10:10 AM, Blogger Barby said...

Monica, non dire così, le cose sono difficili finchè le si guarda gia' fatte e basta. Una volta che assisti alla lavorazione passo passo e ti cimenti poi si ridimensiona il tutto. Spesso bastano piccolissimi accorgimenti per chiarirsi dei passaggi ostici. Io ho provato a fare qualcosa in patchwork da sola ed è stato un disastro. Ma mi sono bastate un paio di lezioni per capire il "meccanismo" e poi applicarlo anche ad altri blocchi ispirati da fotografie o libri. E' vero che un po' di manualita' serve, ma credo che nessuna di voi ne sia in difetto!
Grazie e forza con gli esperimenti!
Barby

 
At 4:22 PM, Blogger Denise said...

Bellissimi i tuoi lavori, ma sai che tra i miei progetti futuri (ma molto futuri) c'è una borsa come quella? Mi sono già munita di stampo e stoffa mi manca solo il tempo :)
Brava, bravissima!!!!
Denise

 

Posta un commento

<< Home

Pericardial Mesothelioma
cursore:
Free Cursors